06-10-2020
Castagnaccio
Dolce povero toscano

Quando lo zucchero e le farine bianche non c`erano, eppure i dolci si facevano lo stesso... e forse i nostri nonni avevano scoperto in dei prodotti semplici le giuste combinazioni nutrizionali per creare dei piatti completi, nutrienti e molto buoni.
E sì, questa è una delle ultime foto che ho dove si intravedono le mani della mia amata nonna, che manca tanto. E questo era un dolce povero della nostra tradizione che usava fare in autunno.
Oggi ve lo ripropongo in una versione povera dal punto di vista dello zucchero, che io non metto perché la farina di castagne è già dolcina di suo... ma più ricco rispetto alle ricette di 50 e tanti anni fa in cui tutta questa frutta secca probabilmente non c`era.
Io tendo a mangiarlo a colazione perché mi dà un bel carico di energia ed unisce molti ingredienti che uso consigliare ai miei pazienti.
Provare per credere:

Ingredienti:
500 gr di farina di castagne
50 gr di pinoli
80 gr di uva sultanina
120 gr di noci
750 gr di acqua
Rosmarino q.b.
Olio di oliva q.b.

Preparazione:
Mettete a mollo per circa 15 minuti l`uva sultanina; dopodiché strizzatela e mettetela da parte.
In una pirofila mettete la farina di castagne e poco per volta aggiungete l`acqua fino ad ottenere un composto molto fluido. A questo punto gettate nell`impasto l`uvetta e le noci.
Prendete una pirofila da forno e ungetela con dell`olio di oliva, poi versateci l`impasto ottenuto. Decorate e cospargendo coni pinoli, il rosmarino e un filo di olio.
Cuocete in forno a 170 gradi per circa 30/35 minuti (si dovrebbe creare una lieve crosticina).